Per offrirti il migliore servizio possibile questo sito utilizza cookies. Cookie Policy - Privacy Policy




settala gas

Cosa sono gli idrocarburi alogenati?

23 Febbraio 2022

settala gas
Con il termine idrocarburo alogenato si intende un idrocarburo che contiene uno o più atomi alogeni e che è conosciuto anche con il nome di halocarbon. Scopri!

Con il termine idrocarburo alogenato si intende un idrocarburo che contiene uno o più atomi alogeni e che è conosciuto anche con il nome di halocarbon.

Tra gli idrocarburi idrogenati più diffusi ci sono i CFC (clorofluorocarburi), gli HCFC (idroclorofluorocarburi) e, i sostituti più recenti, gli HFC (idrofluorocarburi). In tutti i casi si tratta di composti chimici che contengono cloro, fluoro e carbonio e che corrispondono agli idrocarburi in cui tutti o parte degli atomi di idrogeno sono sostituiti da atomi di cloro e fluoro.

Quali sono gli utilizzi degli idrocarburi alogenati?

Gli idrocarburi alogenati si usano come propellente per aerosol, agente refrigerante o agente poroforo nella preparazione di materie plastiche espanse.

In ogni caso si tratta di potenti gas serra che permangono a lungo nell’atmosfera, come il CFC che persiste per 102 anni ed ha una capacità riscaldante, ovvero aumenta l’effetto serra di 3.800 volte in più rispetto alla normale anidride carbonica. Per questo il protocollo di Montreal del 1997 poi esteso nel 2007 ha definito una normativa per la riduzione dei gas CFC e HCFC e ora la loro presenza nell’aria è stabile o diminuita.

Descrizione degli idrocarburi alogenati

Negli idrocarburi alogenati gli atomi di idrogeno sono stati sostituiti da atomi di alogeni, elementi che appartengono al VI gruppo della tavola periodica e comprendono fluoro, cloro, bromo, iodio e astato. Si tratta di sostanze in forma sia gassosa (fluoro, cloro), sia solida (iodio), sia liquida (bromo).

La massima diffusione di questi gas si è avuta tra il 1970 e il 1990 per la grande efficacia nello spegnimento degli incendi e ancora oggi gli idrocarburi alogenati sono usati come agente estinguente che si interpone all’ossigeno nella reazione di combustione. Sottraendo ossigeno l’incendio si spegne. 

Denominati anche halon, questi gas sono oggi messi al bando in tutto il mondo per la loro attività antagonista nella formazione dello strato di ozono stratosferico, a seguito dei protocolli di Montrèal (1987), Kyoto (1987) e Copenhagen (29/06/2005).

In Italia, in ottemperanza alle disposizioni comunitarie, l’impiego degli halon negli impianti antincendio e negli estintori è stato messo al bando con la legge del 28 dicembre 1993 n.549. I prodotti oggi usati e proposti anche da Settala Gas sono gli HCFC – Idroclorofluorocarburi – e gli HCF – Idrofluorocarburi. Si tratta di sostanze che agiscono chimicamente e si legano all’ossigeno dell’aria portando allo spegnimento degli incendi, anche se con una minor efficacia rispetto agli idrocarburi alogeni.

In particolare, l’uso degli HCFC è oggi consentito dalla legge 3 ottobre 2001 sono per:

  • estintori a mano e nelle apparecchiature antincendio fisse per i motori per l’uso a bordo degli aerei;
  • estintori indispensabili per la sicurezza delle persone e in quelli utilizzati dai vigili del fuoco, dai militari e dalla polizia.

Come agiscono gli idrocarburi alogenati?

L’azione degli idrocarburi alogenati è quella di agente estinguente e il gas si interpone all'ossigeno nel naturale legame tra combustibile e comburente nella reazione di combustione, con conseguente spegnimento per sottrazione dell'ossigeno stesso.

Per questo gli halon trovano impiego nell’estintore a idrocarburi alogenati, simile a quello a polvere, ma contiene come agente estinguente gli idrocarburi e sono adatti allo spegnimento di fuochi di classe A-B-C e su apparecchi sotto tensione elettrica.

Scopri tra i gas prodotti da Settala Gas quello che più risponde alle esigenze della tua azienda e scegli tutta la qualità di idrocarburi ad elevato grado di purezza.